Butti la buccia dell’anguria? Sbagliato! Ecco come puoi utilizzarla

In una calda giornata estiva, cosa c’è di meglio che una fetta di cocomero rinfrescante e dolce , che mette subito di buon umore! La polpa rossa ha un colore così bello che fa venire voglia di mangiarne tuta! Questo però è un dato di fatto! Quello di cui vogliamo parlare in questo articolo è la parte bianca, quella che viene scartata con la buccia e che non ha un buon sapore, apparentemente è inutile!
Secondo alcuni studi invece, il 95% del valore nutrizionale dei cocomeri si trova nella loro buccia!! E’ proprio quella parte quindi che possiede dei benefici associati alla presenza di tanti nutrienti. In molte zone del sud degli Stati Uniti e nel sud-est asiatico non la buttano come facciamo noi, ma la aggiungono come ingrediente di insalate e piatti tipici. Quali sono quindi le qualità delle bucce?

Ebbene, sono ricche di vitamine come A, C e B6, e di minerali come zinco, potassio e magnesio. In più possiedono alte concentrazione di licopene, che è un potente antiossidante che stimola il sistema immunitario. La parte bianca della buccia di anguria inoltre contiene citrullina, un amminoacido di cui hanno bisogno i muscoli per riprendersi dopo l’attività fisica; è consigliata dopo gli allenamenti. Questo amminoacido inoltre stimola la libido. Mi sembra un ottimo incentivo a non buttarla via! Se questo non bastasse promuove una perdita di peso sana essendo ricca di fibra e aiutando ad eliminare i liquidi in eccesso. Migliora la diuresi e questo favorisce una prevenzione delle infezioni delle vie urinarie, in più regola la pressione sanguigna, eliminando appunto l’eccesso di liquidi dall’organismo. Ma come utilizzarla??

Una delle preparazioni più note per utilizzare la buccia di anguria in cucina è farmi la marmellata. E’ semplice!Il procedimento è lo stesso per preparare le altre confetture! Basteranno 1 kg di bucce di anguria con 400 gr di zucchero! 1 Kg di bucce di anguria Con un coltello separiamo la parte verde dell’anguria da quella bianca, mettiamola polpa bianca in una pentola insieme allo zucchero e cuociamo per 2 ore circa.
Sarà una chicca che potrete servire ai vostri ospiti lasciandoli stupiti.

Potete creare un fantastico e gustoso frullato di anguria evitando di rimuovere la parte bianca che appunto , come abbiamo visto, è la parte che più ci interessa per il benessere!

Altrimenti un altro modo per mangiarla è candita! Utilizzate 500 gr di bucce di anguria con 500 gr di zucchero, un pizzico di cannella, 100 ml di acqua e 100 gr di sale. Togliete sempre la buccia verde e immergete grandi pezzi di polpa bianca di anguria in un recipiente con acqua e sale per 24 ore cambiando l’acqua ogni 6/8 ore. Poi tagliatele in listarelle e asciugatele. A quel punto mettete l’acqua e lo zucchero a sciogliere in un pentolino versate le listarelle di buccia di anguria fino a farle caramellare. Fatele asciugare completamente e sono pronte!

Seguici anche su Facebook per non perderti nessun aggiornamento: