Non buttare via le bucce delle arance: 9 usi alternativi per riutilizzarle

Buone, salutari, ma anche un toccasana per la pelle! Parliamo delle arance, questo frutto portentoso, ha un elevato contenuto di vitamina C, che è di grande aiuto per il corpo umano. Quello che forse in molti non sanno, tuttavia, è che anche le bucce delle arance possono essere utili in molti modi – ed è per questo che non bisogna gettarle nella spazzatura, una volta consumato il frutto. Può essere usato per alleviare l’ansia: l’aroma delle arance può essere di grande aiuto per rilassarsi e per allontanare l’ansia. Riscaldate alcune bucce d’arancia in un pentolino con dell’acqua, portate a ebollizione e poi inalate il contenuto: ritroverete subito la calma. Per ottenere una pelle luminosa: la vitamina C contenuta nelle bucce d’arancia aiuta a proteggersi dai radicali liberi, responsabili di un invecchiamento precoce della pelle. Il calcio, invece, può essere di grande aiuto se la vostra pelle tende a screpolarsi. Curandovi con l’arancia potrete restituire alla vostra pelle luminosità e bellezza. Provate a fare una maschera con del miele e delle bucce d’arancia grattugiate: mescolate il composto e poi applicatelo sul viso. Il risultato? Una pelle di nuovo giovane e fresca.

Come olio essenziale: sapevate che le scorze di arancia possono essere utilizzate anche per confezionare degli oli essenziali utili per la tosse e i crampi muscolari? Realizzare l’olio essenziale è semplicissimo. Versate un poco di vodka in un contenitore a chiusura ermetica, e aggiungete qualche buccia d’arancia. Assicuratevi che sia chiuso per bene e lasciate “a riposo” per almeno una settimana. Dopo aver controllato che l’alcol sia del tutto evaporato dal composto, potrete utilizzarlo come olio essenziale, come medicamento o per deodorare l’ambiente. Ma anche per tenere i gatti lontani dalle piante: è sempre un po’ fastidioso quando i nostri amici felini si intrufolano tra le piante, in casa o sul terrazzo. Per tenerli lontani da questo brutto vizio, potete inserire nella terra delle bucce d’arancia: l’aroma rilasciato inibirà “per magia” il vostro gatto, che abbandonerà una volta per tutte l’impresa. Usate anche per evitare grumi nello zucchero di canna: disponendo alcune bucce d’arancia nel contenitore dello zucchero di canna eviterete che questo formi dei fastidiosissimi grumi.

Usarle come ingrediente per uno smoothie: la buccia d’arancia è un eccellente concentrato di vitamina C. Ma l’idea di mangiarla non esalta molti. Per questo, potete frullarla, o grattugiarla, e utilizzarla in combinazione con altri ingredienti, per preparare uno smoothie sano e gustoso. In alternativa, potete fare lo stesso con pasta, zuppe, insalate e piatti di pesce. Come ingrediente per un tè: con le bucce d’arancia si può anche preparare un delizioso tè. Lasciate essiccare le bucce per qualche giorno e poi, una volta che saranno abbastanza dure, immergetele in acqua calda, oppure utilizzatele per aromatizzare la vostra tisana.

Efficace contro le punture di zanzara: per liberarsi dal prurito dovuto alle punture di zanzara, basterà strofinare la buccia d’arancia sulle caviglie, sui polsi o sul collo. Le zanzare, poi, odiano l’odore degli agrumi e questo contribuirà a tenerle lontane da voi! E infine per tenere la pelle liscia: strofinare la pelle con la buccia d’arancia sarà un valido aiuto per combattere la cellulite e gli inestetismi. La vitamina C e l’acido ascorbico contenuti nella buccia contribuiscono a rendere la pelle liscia e perfetta.

Seguici anche su Facebook per non perderti nessun aggiornamento: