“L’ultimo messaggio di Nadia Toffa”. La iena Paolo Calabresi rivela cosa gli ha scritto

Avrete tutti presente Paolo Calabresi, conduttore delle Iene dal 2015. Nel 2009 il giornalista e conduttore della trasmissione di Italia 1 “Le Iene” conosce in redazione una nuova collega, Nadia Toffa. Dal 2016 in poi i due conducono insieme il programma.

Calabresi non può dimenticare di quando conobbe Nadia Toffa in redazione. Lo racconta in un’intervista per “Il Corriere”: “È arrivata come se ne è andata, con un grande sorriso e una grande energia. Li ha portati in redazione, regalando a tutti tanta allegria”.

Nadia Toffa era una donna molto combattiva e determinata. Non aveva problemi a lavorare in un ambiente maggiormente maschile, perché lei teneva testa a tutti. Come dice il suo amico e collega Calabresi: “Si confondeva più tra i maschi che tra le donne”. Se c’era una cosa che mandava Nadia su tutte le furie erano gli haters sui social. “Aveva quel sorriso che ha mantenuto fino alla fine, era il sorriso di una persona determinata. Aveva una tendenza particolare alla dimensione social, da cui è arrivata anche qualche cattiveria. Ne soffriva e non riusciva ad accettarlo”, continua il collega.

Per quanto riguarda la storia della sua malattia, Nadia non aveva timore a parlare del suo tumore al cervello, ma difficilmente scendeva nei dettagli. “Raccontava quello che era successo con tranquillità, però non entrava nello specifico; la mia sensazione era che lo facesse per non spaventare e non spaventarsi”, questa l’opinione di Paolo Calabresi.

Il giornalista ha sempre avuto un bel rapporto con Nadia e si parlavano sinceramente, ma in modo scherzoso. Infatti l’uomo racconta: “Io le ripetevo che stava molto meglio con le parrucche che con i suoi capelli. Ridevamo quando dovevamo imparare i nostri balletti. Era venuta in radio da me a presentare la sua canzone, ‘Diamante Briciola’. Le dicevo che era di una bruttezza senza precedenti e lei ne era consapevole, poi offline abbiamo riso parecchio”.

Ciò che Paolo apprezzava di più della sua collega era la sua capacità di essere se stessa anche davanti ai riflettori: “Diceva che Le Iene erano la sua vita e lo dimostrava. Ha fatto inchieste importanti. Quando si trattava di attaccare era l’inviata modello. Ti parlava a un centimetro dalla bocca e ti stava addosso finché le davi la risposta che cercava”.

Calabresi decide di condividere con l’Italia l’ultimo sms che la sua adorata collega gli mandò, prima di scomparire. Ecco le sue parole: “A fine maggio, poi ci siamo scritti ma dopo poco era diventato difficile. L’ultima cosa che mi ha scritto è stata Never Give Up, non mollare mai”.

Alessandra Amoroso al mare si mostra così, in bikini. Ma il ‘particolare’ non sfugge ai fan

1 COMMENTO

Comments are closed.