“Sono pansessuale. Amo donne, uomini, transessuali”. La compagna del noto cantante vuota il sacco

In un’intervista rilasciata a “Good Morning America” Bella Thorne, la dolce metà del celebre Benjamin Mascolo, confessa di essere pansessuale, affermando: “Lo ero già, ma non lo sapevo. Mi piace ciò che mi piace e non mi importa del genere, che sia maschio o femmina o chissà che altra cosa”. È riduttivo pensare che si tratti solo di sessualità, è più che altro un modo di concepire la realtà, fregandosene dei limiti imposti dalla società.

Benjamin Mascolo fa parte del duo musicale tra i più in voga tra i giovanissimi, “Benji e Fede”. La ragazza di Benji parla in maniera semplicistica del suo orientamento pansessuale, ma agli occhi di molti si tratta di un punto di vista incomprensibile e poco condiviso, così Bella decide di rilasciare delle dichiarazioni per chiarire le idee ai meno informati riguardo la pansessualità.

Bella descrive cosa significa per lei essere pansessuale: riuscire a provare attrazione per qualcuno, senza badare alle distinzioni di genere: uomini, donne, transgender e chi più ne ha più ne metta. È una visione della vita: amare indistintamente le persone, scegliendo a istinto.

Ecco la sua dichiarazione: “Ero già pansessuale, solo che non lo sapevo. Quando mi hanno spiegato il significato della parola, io mi ci sono ritrovata. Mi piace ciò che mi piace e non mi importa del genere, che sia maschio o femmina o chissà che altra cosa. Io posso essere attratta da chiunque a prescindere dall’identità di genere. Non ci sono limiti, posso vedermi con chiunque. Amo qualcuno per la sua anima e non per altro”.

Pansessuale e Bisessuale sono due cose diverse. La radice “pan” sta a significare “tutti” e allarga la definizione a tutti i generi riconosciuti dalle organizzazione LGBT. Sarah Kate Ellis, presidentessa dell’organizzazione GLAAD, e guerriera accanita nelle campagne LGBT, ha recentemente tenuto un intervento a “Usa Today” per spiegare all’America e al mondo cosa fosse la pansessualità, fenomeno ancora poco conosciuto. Così lei la definisce: “è tendere verso una filosofia all-inclusive”.

Il termine bisessuale è invece molto meno inclusivo, ancora legato all’idea che esistano sostanzialmente solo maschi e femmine, senza tenere conto di tutte le altre sfumature. Nel mondo moderno, una volta che si riesce a uscire dalle definizioni, gli orizzonti si allargano. Sarah Kete afferma: “Sempre più bisessuali tendono oggi ad essere attrattati anche da gli altri generi, oltre ai due classici”. La differenza sostanziale è principalmente questa: i bisessuali sono tengono conto solo di uomini e donne; i pansessuali invece hanno degli orizzonti molto più ampi e non si precludono nessuna possibilità.

“Ah, è lui!”. È spesso con Fedez e Chiara Ferragni, si scopre chi è

Seguici anche su Facebook per non perderti nessun aggiornamento: