Esegui questi 6 esercizi e il mal di schiena scomparirà all’istante

Se anche tu appartieni a quella cerchia di persone che per un motivo piuttosto che un altro si trova ad affrontare delle brutte situazioni legata al mal di schiena, non temere! C’è un modo per alleviare il dolore derivato dal mal di schiena, soprattutto se questo deriva da sforzi fisici eccessivi o dallo svolgere un lavoro troppo sedentario (come stare seduta ad una scrivania 10 ore al giorno senza possibilità di muoversi). Sebbene dedicare tempo alla proprio saluta stia diventando sempre più difficile, ti consigliamo di leggere attentamente e mettere in pratica i 6 esercizi che puoi eseguire per sbarazzarti del dolore.

La posizione della “Stella Marina”

Sdraiarsi sulla schiena ed eseguire una lieva rotazione con le gambe. Prima a destra, poi a sinistra. Ripetere l’operazione più volte per qualche minuto e riprendere la posizione di partenza per scaricare la tensione accumulata. Un esercizio ideale da effettuare post lavoro.

La posizione del “Vagabondo”

Il secondo esercizio che vi proponiamo consiste nell’utilizzare una sedia per favorire la circolazione del sangue in tutto il corpo. Sdraiarsi a terra dopo aver apposto sul pavimento una coperta calda ed appoggiare entrambe le gambe sulla seduta di una comune sedia da salotto. Attendere qualche minuto in questa posizione, ma senza esagerare! Questo esercizio favorisce la circolazione alla parte superiore del corpo, fisiologicamente svantaggiata dalla forza di gravità, che sposta il flusso verso gli arti inferiori.

La posizione del “Serpente flessibile”

Questo terzo esercizio oltre ad essere anche una comune posizione di yoga, è completamente ispirato al mondo animale. Riprende il comportamento di un serpente, da cui deriva il nome, è può essere chiamata anche posizione del “Cobra”. L’esercizio consiste nello sdraiati a terra con la pancia rivolta verso il basso, da questa posizione di partenza sollevare poi la parte superiore del corpo aiutandosi con le mani. A questo punto dovreste sentire la tensione muscolare soprattutto sulla parte più bassa della schiena. Assumere la posizione e mantenerla per massimo cinque minuti, senza esagerare. L’esercizio eccessivamente prolungato può sortire effetti opposti a quelli desiderati.

La posizione “Fetale”

La posizione fetale è uno degli esercizi proposti più facili da eseguire. Sarà infatti sufficiente sdraiarsi sul pavimento e sollevare la gambe all’altezza del bacino, arrivano quasi a toccare il petto con le ginocchia. A questo punto con le mani afferriamo entrambe le gambe e “chiudiamoci a riccio”. Manteniamo questa posizione per trenta secondi, massimo un minuto. La posizione fetale, oltre che avere effetti benefici sulla tensione muscolare, ci aiuta a rilassare il corpo e la mente.

La posizione del “Delfino”

Questo esercizio può essere svolto con l’ausilio di attrezzature di vario tipo. Il più classico dei macchinari è quello utilizzato per gli esercizi dorsali in palestra, ma non essendo certamente un accessorio di comune utilizzo, in alternativa è possibile utilizzare anche una palla da pilates od il retro di un sofà. Lo scopo dell’esercizio è quello di far assumere al corpo una posizione “a collina”, assicurandosi di mantenere sia le gambe che il busto in posizione eretta. Anche questo posizione non va mantenuta per un tempo eccessivo, qualche minuto al massimo.

La posizione delle “Gambe intrecciate”

Sdraiarsi a terra, piegare una gamba e metterla sotto il ginocchio dell’altra gamba sollevata, per qualche secondo. Afferrare la caviglia, portare lentamente la gamba sopra l’altra e mantenere questa posizione per 1 minuto. Eseguire 8 ripetizioni per ogni gamba. Se diventerà un’abitudine quotidiana, eseguire questi 6 esercizi, i vostri problemi saranno solo un brutto ricordo. Bisogna essere allegri, vincere la pigrizia e riempire la vostra vita di energia e relax! Infine, condividi questi suggerimenti con i tuoi amici: li aiuterà a rilassarsi dopo una giornata di lavoro estenuante, in pochi minuti.

Seguici anche su Facebook per non perderti nessun aggiornamento: